Granveliero

Il villaggio in una grotta

Quando si è piccoli si ricordano quei luoghi magici dove regna la pace, la serenità, la natura incontaminata. I miei ricordi vanno spesso al tempo trascorso con i nonni, ad andare a trovare i parenti a Scurati e poi a godersi quel luogo magico, la Grotta Mangiapane, con le sue casette ricavate all'interno della grotta, dove mia nonna aveva anche dormito riparandosi dalle bombe della seconda Guerra Mondiale. Un legame verso questo luogo che mi sento di suggerire agli ospiti che pernottano al Granveliero. Oggi la Grotta Mangiapane è fortunatamente gestita da un'associazione locale che ha permesso di tenere vivo il ricordo di come si svolgeva la vita nel passato. La Grotta è visitabile tutto l’anno e si possono ammirare le botteghe dei mestieri di un tempo che permisero agli antichi abitanti di essere completamente autonomi grazie ai doni che la natura circostante concedeva. Troviamo infatti la casetta con il telaio per realizzare i "tappeti ericini", il vecchio frantoio in pietra trainato dal cavallo e la pressa per l'olio, la vasca dove si pigiava l'uva e il forno dove si preparava il pane, la casetta dello scalpellino e del marmista, dove si producevano le reti usando l'agave, la casetta dove si realizzavano i cesti e le borse utilizzando le foglie secche di palma nana. E poi ancora la bottaia, la casetta del formaggio e le casette dove si svolgeva la vita di tutti i giorni. Tutto sembra poi prendere vita durante il periodo natalizio, quando grazie a personaggi del luogo, il villaggio si trasforma  in presepe vivente. Un luogo autentico e diverso adatto sia agli adulti per ricordare il passato che ai bambini per crescere nel futuro.


Granveliero

Via Sant'Anna, 41 - Trapani (TP) - Indicazioni stradali

| WhatsApp

Cookie | Privacy Policy | Realizzazione: beb.it